E.I.P. Italia- Ecole Instrument de Paix

Il DS informa l’avvenuta  iscrizione dell’I.I.S. Via Copernico alla rete E.I.P., al fine di cogliere l’opportunità di entrare in virtuosi circuiti nazionali ed internazionali e giovarsi di un’attività di formazione di qualità a partire dalla costruzione del curricolo di educazione civica (L.92/2019).

Docenti referenti: prof.sse Francesca Pagliarini e Antonia Pasquariello.

L’Associazione non governativa Scuola Strumento di Pace, E.I.P. Italia- Ecole Instrument de Paix

L’ Associazione Mondiale E.I.P. è sorta a Ginevra nel 1958 ad opera di Jacques Muhlethaler e lavora oggi in 40 paesi del mondo.

L’Associazione Non Governativa Scuola Strumento di Pace per l’Italia – Sezione dell’E.I.P. Ecole Instrument de Paix è stata creata a Roma nel 1972 dal Prof. Guido Graziani e dalla Prof. Marisa Romano Losi, ed è oggi diffusa su tutto il territorio nazionale con una rete di 1065 scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado. L’E.I.P. Italia è riconosciuta dall’UNESCO, che le ha attribuito nel 1989 Le Prix Comenius I Premio per i Diritti Umani, e dal Consiglio d’Europa, che l’ha accreditata tra le quattro associazioni esperte nella pedagogia dei diritti umani, e gode di statuto consultivo presso l’ONU dal 1967.

Fine Statutario dell’E.I.P. Italia è la diffusione nel mondo, tramite la scuola e gli organismi responsabili della Società ad essa collegati, della conoscenza e del rispetto dei Diritti Umani e dei Principi Universali di Educazione Civica elaborati a Ginevra nel 1958 da Jean Piaget e da Jacques Muhlethaler.

L’Associazione è riconosciuta dal MIUR come istituzione formatrice per l’aggiornamento e la formazione sui temi dei diritti umani, dell’intercultura, della cittadinanza democratica, della dimensione europea, della conservazione dell’ambiente, della didattica ludica e della pace.

Essa valorizza i progetti delle scuole inerenti a detti temi.

 

PRINCIPI UNIVERSALI DI EDUCAZIONE CIVICA

 

elaborati a Ginevra nel 1958 da Jean Piaget e da Jacques Muhlethaler, fondatore dell’Associazione Mondiale Ecole Instrument de Paix, per educare alla pace, alla cittadinanza e alla convivenza civile.

  1. La scuola è al servizio dell’umanità.
  2. La scuola apre a tutti i fanciulli del mondo la strada della comprensione reciproca.
  3. La scuola educa alla tolleranza, qualità che permette di accettare, negli altri, sentimenti, maniere di pensare e di agire, diversi dai propri.
  4. La scuola sviluppa nel fanciullo il senso di responsabilità, uno dei più grandi privilegi della persona umana. Più cresce il progresso tecnologico e scientifico, più l’uomo deve sentirsi responsabile.
  5. La scuola educa il fanciullo all’altruismo e alla solidarietà. Deve fargli capire che la comunità non può progredire senza sforzi personali e la collaborazione attiva di tutti.